Grecia-Turismo.it

 

INFO GENERALI

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

REGIONI E ISOLE DELLA GRECIA

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

La Cucina in Grecia!

 

  •  

    • I GRECI A TAVOLA: la cucina greca si base su ingredienti semplici e genuini, tipicamente mediterranei.

    La gastronomia ellenica affonda le sue origini in tempi molto antichi: si perfezionò, fino a divenire un'arte ai tempi di Carlo Magno. Fu allora che si sviluppò – e venne sempre più apprezzata – la professione di cuoco, tant'è che si narra che il tipico cappello da chef indossato da tutti i cuochi del mondo nacque proprio in terra ellenica.


    Oggi, in Grecia, il momento del pasto, pranzo o cena che sia, è un momento importante e particolare, dedicato alla socializzazione, dove si consumano piatti luculliani.


    Non c'è un'ora "fissa", per pranzare o cenare (può capitare di sedersi a tavola alle 3 del pomeriggio o in tarda serata…) ed il pasto può durare anche diverse ore: non è solo un susseguirsi di portate, ma anche e soprattutto di chiacchiere e brindisi.  E spesso tutto termina, in allegria, con canti e balli.


    La colazione greca è alquanto ricca e spesso viene consumata nel galaktopolio (latteria) o nello zaharoplastio (pasticceria) e consiste in un caffè greco, yogurt bianco o con miele e noci, un dolce o una fetta di torta.
    Ogni momento della giornata è invece perfetto per una tazza di caffè ellenico (‘ellinikòs kafès’), dall'aroma intenso e ricco.

     

    Vediamo ora alcuni piatti della tradizione gastronomica ellenica. Quasi ogni ricetta si basa su ingredienti semplici come  olio di oliva, pane, erbe e spezie usate sapientemente.


    Il pasto si apre quasi sempre con una serie di antipasti chiamati mezédes o orektiká, che possono essere composti da sottaceti, sottoli,  olive nere o sfogliatine ripiene.


    Agli antipasti non succede, come da noi, un primo piatto, ma un piatto principale che può essere, ad esempio, l'agnello, il porcellino da latte allo spiedo o alla piastra, le Soutzoukákia (polpettine di carne al sugo di pomodoro), i Keftédes (polpettine fritte di carne o di legumi) e i Dolmádes (polpettine di carne tritata o di riso avvolte nelle foglie di verza o di vite e poi condite con salsa di uova e limone).
    Famoso universalmente è il Mousakás, uno sformato di melanzane, patate, Ragù e Besciamella, che ricorda vagamente le nostre Melanzane alla Parmigiana.


    Lungo la costa, la carne lascia il posto al pesce: nelle taverne troverete calamaretti (“kalamarakia”) , i polipi (“chtapòdi”) ed i gamberetti (“garides”) preparati in ogni  modo e spesso accompagnati da verdura freschissima.

     

    Dolmades


    Moltissimi e di ottima qualità i prodotti caseari. Tra i formaggi più noti vi è la Feta, formaggio di capra bianco, a pasta granulosa, il Kaséri, il Manoúri di Creta e il Ladotýri nelle Isole Cicladi e Lesbo. Vi è poi lo Giaoúrti (yogurt), bianco, talvolta dolcificato con il miele e noci.


    Tra i prodotti dolciari, i più apprezzati sono a base di pasta sfoglia; si ricordano il Galaktomboúreko (sfoglia e crema), il Kataífi (sfoglia filettata ripiena con mandorle tritate e sciroppo) e il Baklavás (strati di sfoglia alternati con mandorle tritate e miele).


    Per Natale si preparano i kourambiedes (dolci allo zucchero e ripieni di mandorle) ed i melomakarona (dolci alla cannella e miele ricoperti con pistacchi.

     

    Infine, si ricorda che la Grecia è una grande esportatrice di vini. Tra questi il più noto è  il Retsina, un bianco secco resinato, ma tutti da scoprire sono anche: l'Achaia Clauss e il Robola di Cefalonia, il Mantineia di Tripolis, il Naoussa, il Rapsani dal Monte Olimpo, il Nemea, il Cambas, il Boutari e l' Agioritiko del Monte Athos.

     

    Cucina Greca

  •  

     

  •  

Condividi

 

Grecia-Turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 

 




GEOGRAFIA GRECIA Natura, Storia, Arte

CUCINA GRECA Semplice, genuina, mediterranea

USI E CULTURA Tradizioni, curiosita

MONTE ATHOS Mito, Leggenda, Spirirualità